Mobile Menù
Home » BLOG » FISCALE & SOCIETARIO » DETRAZIONI E DEDUZIONI: FACCIAMO UN PO' DI CHIAREZZA

DETRAZIONI E DEDUZIONI: FACCIAMO UN PO' DI CHIAREZZA

DETRAZIONI FISCALI e DEDUZIONI FISCALI: FACCIAMO UN PO’ DI CHIAREZZA

Spesso, anche tra gli addetti ai lavori, si fa confusione tra detrazione e deduzione.

Si sente dire: “posso dedurre l’Iva dell’automezzo?” oppure “si detrae il costo dell’automezzo?”

Certo, è sempre meglio che “scaricare” [1] il costo, la spesa o cos’altro, ma è opportuno fare un po’ di chiarezza.

                                                                                     

Che differenza c’è tra detrazione e deduzione ai fini fiscali?

E’ solo una disquisizione accademica o tale distinzione può anche avere un significato pratico?

Diamo subito una definizione dei due termini:

La deduzione fiscale riduce la base imponibile su cui si calcola l’imposta.

La detrazione fiscale riduce l’imposta calcolata sulla relativa base imponibile.

E quindi a questo punto facciamo qualche esempio:

  • Nell’ambito della liquidazione dell’Iva, l’Iva sugli acquisti normalmente e salvo le dovute eccezioni si detrae dall’Iva a debito (ossia derivante dalle operazioni attive, certificate dalle fatture emesse, scontrini e ricevute fiscali): quindi, si opera una detrazione, ossia quest’ultima riduce l’imposta (in questo caso, l’Iva dovuta e non la sua base imponibile)
  • Le spese sanitarie generalmente danno luogo ad una detrazione [2], ossia un importo che riduce l’imposta (ossia l’Irpef, l’imposta sul reddito delle persone fisiche)
  • I contributi previdenziali obbligatori riducono la base imponibile per il calcolo dell’Irpef e quindi costituiscono una deduzione
  • Le spese per il risparmio energetico [3] danno luogo ad una detrazione che riduce l’imposta: Irpef per le persone fisiche ed Ires per le persone giuridiche
  • Gli importi devoluti a forme di previdenza complementare [4] costituiscono una deduzione che riduce la base imponibile ai fini Irpef
  • Si parla di costi deducibili, nell’ambito della determinazione del reddito di impresa o nell’ambito del reddito di lavoro autonomo; trattasi di deduzioni che riducono il reddito (di impresa o di lavoro autonomo) e quindi di fatto la base imponibile su cu calcolare le imposte

Gli esempi potrebbero continuare in un lungo elenco.

La distinzione ha certamente risvolti pratici: infatti, sapere qual è la differenza tra detrazione (che riduce l’imposta) e deduzione (che riduce la base imponibile) serve per inquadrare correttamente l’argomento riconducibile al risparmio di imposta.

Il che agevola la nostra conoscenza delle possibilità offerte dall’ordinamento tributario, in termini di detrazioni e di deduzioni, per risparmiare denaro riducendo in definitiva le imposte a nostro carico.

 

Documento elaborato da Studio Santi & Associati © Febbraio 2017 

 

[1] Raffaele Rizzardi, pubblicista de Il Sole 24 Ore, ironizza facendo riferimento allo “scaricare” come ad un termine “idraulico-tributario” … in realtà molto utilizzato nel gergo comune.

[2] Detrazione del 19%

[3] Per determinati interventi e nei limiti previsti dalla normativa tributaria, nella misura del 65% nel 2017 e da ripartire in 10 anni.

[4] Entro il limite previsto dalla normativa in materia.