Mobile Menù
Home » BLOG » IDEE IN LIBERTA' » D.L. e NON D.P.C.M., MA LA SOSTANZA NON CAMBIA

D.L. e NON D.P.C.M., MA LA SOSTANZA NON CAMBIA

Gentili Lettori,

nel nostro precedente intervento abbiamo parlato di DPCM, non disponendo nel momento in cui scrivevamo di dati ufficiali, poi giunti in un secondo momento, quando abbiamo appreso della pubblicazione del

DECRETO-LEGGE 23 luglio 2021, n. 105 

Misure urgenti per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da COVID-19 e per l'esercizio in sicurezza di attivita' sociali ed economiche. (21G00117) (GU Serie Generale n.175 del 23-07-2021)

https://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2021/07/23/21G00117/sg

(…)

Art. 3 Impiego certificazioni verdi COVID-19

  1.  Al decreto-legge 22 aprile 2021, n. 52, convertito, con modificazioni, dalla legge 17 giugno 2021, n. 87, dopo l'articolo 9 è inserito il seguente:

    «Art. 9-bis (Impiego certificazioni verdi COVID-19). - 1.  A far data dal 6 agosto 2021, è consentito in zona bianca esclusivamente ai soggetti muniti di una delle certificazioni verdi COVID-19, di cui all'articolo 9, comma 2, l'accesso ai seguenti servizi e attività':

      a) servizi di ristorazione svolti da qualsiasi esercizio, di cui all'articolo 4, per il consumo al tavolo, al chiuso;

(…)

****

Ora, il D.L. dovrà passare al vaglio delle Camere per la sua conversione in Legge.

Data l’ampia maggioranza, non dovrebbe trovare difficoltà in tal senso, tuttavia il passaggio parlamentare non sarà privo di strascichi polemici e di conseguenze sul piano politico.

Sul piano sociale, la sua accettazione è tutt’altro che scontata.

Ad ogni modo, al di là del diverso strumento normativo adottato, confermiamo nella sostanza quanto abbiamo scritto.

Chiediamo venia per il “refuso” e ringraziamo per l’attenzione.

 

25.07.2021.