Mobile Menù
Home » BLOG » IDEE IN LIBERTA' » L'ANTICA SAGGEZZA DI UN GRANDE CAPO

L'ANTICA SAGGEZZA DI UN GRANDE CAPO

O Grande Spirito,
la cui voce sento nei venti e il cui respiro dà vita a tutto il mondo,
ascoltami.

Vengo davanti a Te, uno dei tuoi tanti figli,
sono piccolo e debole.
Ho bisogno della tua forza e della tua saggezza.

Lasciami camminare tra le cose belle
e fa’ che i miei occhi ammirino il tramonto rosso e oro.

Fa’ che le mie mani rispettino ciò che tu hai creato
e le mie orecchie siano acute
nel sentire la tua voce.

Fammi saggio, così che io possa conoscere le cose
che tu hai insegnato al mio popolo, le lezioni
che hai nascosto in ogni foglia, in ogni roccia.

Cerco forza, non per essere superiore ai miei fratelli,
ma per essere pronto a combattere il mio più grande nemico:
me stesso.

Fa’ che io sia sempre pronto a venire a Te,
con mani pulite e occhi diritti,
così che, quando la vita svanisce, come la luce al tramonto,
il mio spirito possa venire a Te,
senza vergogna.

Yellow Lark (Allodola Gialla, Capo Sioux, 1887)

 

[Il testo è attribuito al capo Sioux, ma dello stesso si hanno scarse notizie. Non abbiamo certezze sulla veridicità storica, tuttavia quella che nella Rete è definita una preghiera è in ogni caso un testo molto suggestivo e tanto ci basta